Visualizzazione di tutti i 10 risultati

Show sidebar
Close

Asparago

L’asparago (Asparagus officinalis L.) è un’erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Liliaceae con ciclo produttivo che può durare anche 15 anni, ma coltivare l’asparago non è cosa semplice, perché bisogna disporre di campi di grande ettaraggio e il primo ciclo di raccolta avviene solo dopo tre anni dall’impianto. Si tratta di una pianta che tollera bene il freddo alla siccità, ma i ristagni d’acqua nel terreno costituiscono per l’asparago un danno enorme. La parte edibile della pianta è costituita dal “turione”, ovvero il ricaccio primaverile della pianta, che se non venisse colto diventerebbe un vero e proprio, nonché possente, fusto. Tra i benefici che apporta il consumo di asparagi troviamo sicuramente quello per il sistema renale, perché stimola in maniera notevole la diuresi e ha quindi un effetto estremamente drenante per le tossine del nostro corpo. Da questo deriva sicuramente un importante abbassamento della pressione sanguigna, utile a chi soffre di ipertensione, soprattutto. Aiutano la circolazione e sono molto utili in gravidanza. Periodo di consumo:
  • Marzo,
  • Aprile,
  • Maggio
Close

Broccolo

Quella del broccolo (Brassica oleracea) è una delle piante più antiche delle quali l’uomo abbia memoria. Si dice infatti che gli etruschi e i romani ne fossero grandi consumatori abituali e che apprezzassero fortemente le sue proprietà benefiche. Si tratta di una pianta biennale con una caratteristica forma ad alberello che sviluppa un gambo molto tozzo e che raramente supera la lunghezza di 25/30 cm, dal quale si dipartono le “infiorescenze”, ovvero i fiori, che poi sono la parte che siamo soliti mangiare. È consigliato a chi segue diete dimagranti perché contiene pochissime calorie, inoltre mitiga le infiammazioni delle vie aeree superiori (bocca, faringe e naso) e riduce notevolmente il rischio di ictus.   Periodo di consumo:
  • Da Gennaio a Giugno
  • Da Settembre a Dicembre
Close

Broccolo Fresco Orticolè

Il broccolo fresco Orticolè non è un normale broccolo fresco. La cura e l'attenzione che abbiamo sempre messo nel nostro brand "Orticolè" ci hanno portato, nel tempo, a creare un disciplinare apposito per i prodotti del marchio, che seguono controlli qualitativi ancora più rigidi degli altri. Inoltre la nostra attenzione sta nel packaging dei prodotti Orticolè. Il nostro broccolo fresco infatti viene imballato in casse di legno per garantirgli un'estrema riciclabilità, oltre che una maggiore genuinità. Molti dei prodotti del brand, inoltre, si presentano con un apposito cartoncino sul quale sono riportate le tabelle nutrizionali del prodotto. Il broccolo fresco Orticolè segue lo stesso periodo di consumo del broccolo Colella, quindi:
  • Da Gennaio a Giugno
  • Da Settembre a Dicembre
 
Close

Carciofo fresco Orticolè

Il Carciofo fresco Orticolè non è un normale carciofo. La cura e l’attenzione che abbiamo sempre messo nel nostro brand “Orticolè” ci hanno portato, nel tempo, a creare un disciplinare apposito per i prodotti del marchio, che seguono controlli qualitativi ancora più rigidi degli altri. Si presenta con un apposito cartoncino sul quale sono riportate le tabelle nutrizionali del prodotto ed è imballato rigorosamente in casse di legno per garantirgli il massimo della riciclabilità. Il carciofo fresco Orticolè segue lo stesso periodo di consumo carciofo violetto Colella, quindi:
  • Da Gennaio a Maggio
  • Da Settembre a Dicembre
Close

Carciofo Opal

Dalgusto intenso, il carciofo Opal possiede una consistenza carnosa, una forma ovale ed un colore verde con sfumature violette. È adatto per essere consumato sia fresco che come ingrediente di primi e secondi piatti. Produce capolini senza spine, tondeggianti di colore verde con sfumature violacee e ha un cuore tenero e dolce. Come tutti i carciofi ha proprietà notevolmente diuretiche che stimolano l'organismo a liberarsi dalle tossine e ha forti capacità antiossidanti. Aiuta a proteggere il fegato e abbassa il colesterolo.
Close

Carciofo Orticolè in vaschetta

La Puglia vanta una plurisecolare tradizione in tema di coltivazione del carciofo, con larga diffusione in tutto il territorio, dal Gargano al Salento. Ma è proprio nella provincia di Foggia che si concentra la stragrande maggioranza della produzione pugliese di ortaggi e, quindi, anche di carciofi. Qui nel famoso Tavoliere, sorgono splendide carciofaie che regalano il violetto richiestissimo anche all’estero. Il carciofo dal color violetto, dalle squame tenere e carnose, oltre a garantire ottimi risultati in termini di produzione è il più resistente al cambiamento delle temperature. L’ortaggio viene selezionato al momento della raccolta, direttamente nel campo, in base alla qualità e alla grandezza, Il carciofo si raccoglie con la foglia che serve a proteggerlo anche durante il trasporto. Si tratta di un prodotto estremamente utile per la salute con le sue notevoli proprietà diuretiche che depurano l’organismo e lo rendono un ottimo antiossidante.   Periodo di consumo:
  • Da Gennaio a Maggio
  • Da Settembre a Dicembre
Close

Carciofo Violetto

La Puglia vanta una plurisecolare tradizione in tema di coltivazione del carciofo, con larga diffusione in tutto il territorio, dal Gargano al Salento. Ma è proprio nella provincia di Foggia che si concentra la stragrande maggioranza della produzione pugliese di ortaggi e, quindi, anche di carciofi. Qui nel famoso Tavoliere, sorgono splendide carciofaie che regalano il violetto richiestissimo anche all’estero. Il carciofo dal color violetto, dalle squame tenere e carnose, oltre a garantire ottimi risultati in termini di produzione è il più resistente al cambiamento delle temperature. L’ortaggio viene selezionato al momento della raccolta, direttamente nel campo, in base alla qualità e alla grandezza, Il carciofo si raccoglie con la foglia che serve a proteggerlo anche durante il trasporto. Si tratta di un prodotto estremamente utile per la salute con le sue notevoli proprietà diuretiche che depurano l'organismo e lo rendono un ottimo antiossidante.   Periodo di consumo:
  • Da Gennaio a Maggio
  • Da Settembre a Dicembre
Close

Cavolo Verza

La verza o cavolo verza (Brassica oleracea var. sabauda L.), detta anche cavolo di Milano (o cavolo lombardo e cavolo di Savoia), è una varietà di Brassica Oloracea simile al cavolo cappuccio, ma a differenza di questo presenta foglie grinzose, increspate e con nervature prominenti. Pianta biennale con radice fittonante non molto profonda, possiede fusto eretto, di lunghezza raramente superiore ai 30 centimetri. La palla, verde o rosso-violacea, non è molto compatta; le foglie interne sono bianco-giallastre. Viene coltivato in varie zone d'Italia ed è un ortaggio molto conosciuto. Si tratta di un antinfiammatorio naturale, aiuta infatti nella cura di artrosi e cistiti ed è un effetto emolliente. La verza, inoltre, grazie alla presenza di sostanze quali l’acido glutamminico ha un effetto diretto sulla pressione sanguigna aiutandola a rimanere nei regimi standard. 
Close

Rucola

La rucola (Eruca sativa Miller) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Brassicacee (crucifere). La rucola riconosce numerosi impieghi, sia in ambito culinario che in quello medico/erboristico. La rucola viene coltivata fino ad un'altitudine di circa 800-1000 metri sul livello del mare; cresce bene su qualsiasi tipo di terreno, meglio se calcareo ed arido (è molto sensibile ai ristagni d'acqua). La semina avviene in primavera, per poi proseguire anche in inverno. In quest'ultimo caso bisogna avere l'accortezza di coprire i semi con un po' di terreno. Le foglie della rucola possono essere raccolte durante tutto il periodo dell'anno, specialmente se si presentano ben sviluppate e senza fiori. Le foglie e le radici sono le parti maggiormente utilizzate. Le prime possono essere adoperate sia fresche che surgelate, mentre le radici vengono essiccate. La rucola è un vero e proprio concentrato di calcio e per questo è molto utile a capelli, pelle e unghie. Il suo decotto, se bevuto caldo, aiuta moltissimo contro la tosse secca.   Periodo di consumo:
  • Da Aprile a Ottobre
Close

Zucchina

La zucchina o zucchino (Cucurbita pepo L.) è una specie della famiglia delle Cucurbitaceae i cui frutti sono utilizzati immaturi. È una pianta annuale con fusto erbaceo flessibile strisciante o rampicante, gracile. Venne importata in Europa intorno al 1500 dopo la scoperta dell'America. Il periodo di maturazione, e quindi di raccolta naturale per questi ortaggi, coincide con la primavera/estate, ma ormai, grazie alla diffusione delle serre, si possono trovare in commercio tutto l’anno. È comunque sempre consigliabile consumarle nel periodo di naturale maturazione in quanto sono più ricche di nutrienti. Le zucchine sono un dei primissimi prodotti a poter essere introdotti nell'alimentazione dei neonati nello svezzamento, sono ricche in potassio e sono molto utili per chi soffre di stipsi.
Periodo di consumo:
  • Giugno
  • Luglio